Soulbook: niente paura, è solo un caso di… vita apparente

Fabiana Fazio scrive e dirige Soulbouk, una piece in punta di mouse ed a tutto schermo, con Annalisa Direttore, Valeria Frallicciardi e la stessa Fazio.

I contributi video sono a cura di Giulia Musciacco, l’aiuto regia di Angela Carrano, in collaborazione con Asci cinema.

Soulbook tratteggia il volto di un social network pervasivo all’ennesima potenza, dove tutti vivono in funzione di ciò che verrà postato sulla piattaforma e dei like e dei cuoricini (love, love love…) che si riceveranno.

Dalla mattina alla sera tutto si muove attorno ai ritmi sincopati di Soulbook, capace di attirare nella rete e di ghermire le anime di tutti, sostituendole con una manciata di byte e con uno status (a cosa stai pensando?).

E’ Soulbook il nuovo colonizzatore, sempre in cerca di ulteriori territori da trasformare in ambiti di discussione pseudo-intellettuale e di altre persone da convertire in followers, in seguaci.

Per esistere devi essere su Soulbook e dire la tua su qualsiasi tema, come il più esperto ed incallito dei tuttologi.

Tanti sono gli argomenti: dalla crisi politica alla politica monetaria internazionale, passando per guerre, catastrofi, cambiamento climatico, morti illustri, moda e stile.

Quel che conta non è chi si è davvero o cosa si pensi (a nessuno importa), ma cosa si posta per attirare l’attenzione, essere in cima alla hitlist delle condivisioni ed avere gli occhi puntati addosso (o, in molti casi, contro).

L’importante è: “Non essere un emerito nessuno”, ma emergere, mietere consensi o dissensi, apparire… Mai essere… si badi bene.

Soulbookcambia il modo di pensare (perché lo si fa in funzione dei likee dei dislike), di scrivere, di entrare in relazione, di amare o di odiare.

Tutto sembra essere appositamente congegnato per essere sopra o sotto le righe, nei ritmi sincopati di chi cerca disperatamente di farsi accettare, come giusto e ganzo, dalla comunità dei social o di diventarne il leader carismatico.

In scena una laureata in sociologia, disoccupata ed in cerca del suo posto nel mondo e soprattutto su Soulbook, perennemente preoccupata di dire, o peggio ancora postare, la cosa sbagliata, ed in corsa per mettere il like giusto a tutti, senza scontentare nessuno. Una svampita fashion blogger, intenta a guidare ed interpretare le tendenze del momento e ad essere cool. E poi lei, il Genio, critica, acida, ostinatamente ed ostentatamente controtendenza.

Un gustosa chicca è quella dedicata ad un sagace sberleffo dedicato ai tutorial, in bilico tra strumento che apre nuovi mondi, mostrandoci le azioni adeguate da fare, ed un’inutile guida condita di banalità, capace di annichilire l’intelligenza.

Ad ospitare lo spettacolo lo spazio del Caos teatro di Villaricca, poliedrico centro che anima il territorio, erogando, tra gli altri, corsi di fotografia, danza, chitarra e recitazione, dispensando bellezza e momenti di condivisione autentici.

Si riconferma la cifra stilistica propria di Fabiana Fazio, capace di far ridere di gusto ma anche di scuotere profondamente le coscienze, sollevando dubbi e tormenti che accompagneranno lo spettatore ben oltre la fine dello spettacolo.

Soulbook tornerà in scena domani, giovedì 28 febbraio nello spazio partenopeo dello ZTN di piazza Dante. Stessa squadra sul palco e nuove riflessioni per chi assisterà allo spettacolo. Tra risate e piccole e grandi inquietudini.

**Le foto di scena sono degli allievi di Andrea Scala coordinati da Andrea Falasconi.