Scrivimi…!

La sua è una commedia rocambolesca, tessuta di straordinarie coincidenze; personaggi irresistibili dall’indole diversa, luoghi evocativi; spannung avvincenti. La texture narrativa in che misura diverge dalla struttura canonica del romanzo?

I romanzieri bravi risponderebbero a questa domanda citando Neruda o Pessoa. Io, al massimo, arrivo a Carabas. Soprattutto, i romanzieri bravi scrivono le loro opere seguendo regole, stilando schemi, organizzando schede personaggi. La sinossi di Scrivimi vide la luce su un post-it, un coprotagonista del libro doveva morire a pagina 20 ma, più di tutto, io stesso non avevo idea di dove diamine volesse andare a parare questa storia. Ho affidato tutto all’istinto e al momento, devo studiare ancora molto per potermi considerare uno scrittore o, almeno, uno che non confonde uno spannung con un cane da difesa.

Il paesaggio, il locus amoenus, la eco del Medioevo. Perché un’ambientazione che volta le spalle alla Milano cosmopolita?

Sono sicuro che Milano riservi luoghi di romanticismo assoluto, posti dove un uomo, una donna e tutte le possibili combinazioni e contaminazioni, non possano far altro che dichiararsi eterno e imperituro amore… nonostante questo, credo che la Toscana, romanticamente parlando, offra di meglio. Il sole che tramonta dietro al Duomo è lo stesso che cala dietro una collina senese, ma se volessi baciare qualcuno preferirei farlo senza fermate della metro nei paraggi.

L’amicizia, costante, operosa, solidale, rispettosa ed onesta vitalizza le sue righe. Ritiene che sia un sentimento schermato dall’opportunismo che pur pare animare i rapporti interpersonali?

Un amico non disinteressato non è un amico. Se cerco in un amico un tornaconto o valuto l’amicizia a seconda di quanto può tornarmi utile una persona, sono un politico della prima repubblica. Oddio, anche della seconda. Anche della attuale, qualsiasi numerazione abbia. Seriamente: l’amicizia è l’unico sentimento forte quanto l’amore, altrettanto eterno. Il massimo è trovare qualcuno in grado di racchiuderli insieme, la tua compagna, o compagno, che è anche il tuo amico.

Lei intreccia una storia d’amore romantica e soffusa, affatto banale per la delicata leggerezza e l’elegante ironia del suo profilo. Quale idea intende trasmettere del legame d’amore?

Anzitutto, grazie. Per me, l’amore è divertimento: sarebbe impossibile amare una donna o un uomo che non mi facesse ridere. Amore non è non dover dire mi dispiace, amore è non aver paura dell’altro. E non hai paura di qualcuno che ti fa ridere o che fai ridere. Una risata non mente. Una persona può ingannarti dicendoti “ti amo”, ma se ride in maniera falsa, te ne accorgi subito.

“Alta fedeltà” di Nick Hornby, “Un giorno” di David Nicholls: come il suo “Scrivimi” può inserirsi nel solco della migliore tradizione del romanzo d’amore contemporaneo?

Non può, lo dico senza falsa modestia. Quelli citati sono autori amati in tutto il mondo, dei geni dotati di una sorta di tocco magico. Mi permetto un paragone calcistico: Hornby e Nicholls sono Pelè e Maradona, io sono Beniamino Vignola. Con il mio libro ho cercato di riprodurre l’atmosfera brillante di un film con Cary Grant, quelli che si definivano Commedie Sofisticate, una storia che faccia sognare e sorridere.

Vorrei che si arrivasse alla parola fine con un sorriso ben stampato in faccia, che questa sensazione di benessere perduri addirittura il giorno successivo. Ho scritto un libro sperando di far stare bene le persone. Almeno, l’ho fatto con questo scopo.

Paolo Longarini ha pubblicato “Servitevi da Soli“ La (Editori  Internazionali Riuniti, 2012), “Brando” (Efesto, 2015), “Servitevi da Soli – Non vi Sopporto ma ero Pagato per Farlo” (Efesto, 2016) e “Tutte le prime volte” (Harper Collins, 2018).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...